top of page

Ufficio Speciale Ricostruzione Umbria, U.S.R. UMBRIA

COMMITTENTE

2019 – 2020

ANNO

Progetto definitivo, progetto esecutivo, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione.

PRESTAZIONE EFFETTUATA

IMPORTO DELL'OPERA

SAB architettura ingegneria integrata Srl
Arch. Andrea Valentini

SOGGETTO INCARICATO

L'intervento è stato individuato dal Commissario Straordinario come un "intervento di fondamentale importanza", a seguito del danno riscontrato nell'immobile attribuito all'evento sismico che ha colpito il centro Italia nel 2016/2017, in base al quale è stata dichiarata ed estesa l'inaccessibilità e divieto di accesso ad alcune porzioni della scuola, in particolare all'accesso principale alla scuola e alla parte situata al piano terra e primo piano adiacente alla chiesa e al campanile. L'edificio scolastico si trova in Piazza San Francesco, in una zona poco accessibile al traffico urbano ma comunque utilizzata dalla comunità e interessata dai flussi turistici, essendo vicina alla Chiesa di San Francesco e al Parco Filippo Silvestri. Le scelte progettuali effettuate hanno avuto come input prioritario la risoluzione delle carenze strutturali e il miglioramento del comportamento antisismico dell'edificio contro possibili e futuri eventi sismici. Nell'ambito degli interventi strutturali si è provveduto ad intervenire tempestivamente nella risoluzione di altre criticità e carenze legate allo svolgimento della corretta attività didattica e delle problematiche emerse durante i vari incontri, propedeutici allo sviluppo del progetto, che ha avuto luogo posto con il RUP della Stazione Appaltante, del Comune di Bevagna e del Responsabile del Polo Scolastico. Le criticità analizzate e risolte possono essere riassunte in tre macro categorie: il miglioramento sismico dell'edificio; l'adeguamento del complesso alla vigente normativa antincendio; abbattimento delle barriere architettoniche e conseguente adeguamento alle norme igienico-sanitarie dei servizi igienici. Già nella fase di sviluppo del progetto si è cercato un interfaccia con gli Enti preposti al rilascio dei pareri vincolanti per l'ottenimento dell'autorizzazione all'opera, e principalmente con la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria e il Comando della VV.FF di Perugia, con la quale sono state condivise le principali scelte progettuali intraprese. Gli interventi architettonici si riferiscono alle opere relative al progetto di restauro conservativo e di adeguamento funzionale della scuola nonché gli interventi necessari per il miglioramento sismico dell'edificio sono i seguenti: Abbattimento barriere architettoniche; Adattamento sanitario e igienico dei servizi igienici; Ridistribuzione degli spazi funzionali al primo piano; Manutenzione ordinaria delle facciate interne del chiostro e messa in sicurezza delle finestre lungo i corridoi, sia al piano terra che al piano primo. Un'adeguata conoscenza della struttura è stata ottenuta quale prerequisito per una valutazione attendibile della sicurezza sismica e successivamente per la scelta di un efficace intervento di miglioramento. La conoscenza ha consentito un percorso di diagnosi più accurato e puntuale che può essere sintetizzato con il concetto di progettazione consapevole. Individuandone le cause, è stato anche possibile intervenire secondo la filosofia del minimo intervento che si è focalizzata sulle effettive vulnerabilità risolte tempestivamente. Il servizio è stato svolto secondo il disegno BIM che ha permesso di massimizzare il valore del progetto in base alle diverse esigenze espresse all'interno delle specifiche informative da parte del cliente e ha permesso di rendere più efficiente la fase di progettazione e progettazione. Nello specifico, queste sono state le fasi ed i processi seguiti per uno sviluppo completo: EXISTING CONDITION MODELING; PROGRAMMAZIONE; COORDINAMENTO 3D; MODELLAZIONE RECORD; REVISIONE DEL PROGETTO; GESTIONE DEL TEMPO 4D; STIMA DEI COSTI 5D e GESTIONE DELLA STRUTTURA 6D. L'utilizzo di un modello unico dell'aggregato, a partire dal mosaico di dati di rilievo ottenuto con metodologia digitale sviluppata all'interno del software BIM, ha consentito una lettura complessiva della geometria plano-altimetrica dell'aggregato e di tutti gli elementi informativi e costruttivi dei comporlo (caratterizzazione materiale, stratificazione, stato di danneggiamento, fase evolutiva storica).

Recupero e rifunzionalizzazione Scuola Primaria a Bevagna (PG)

bottom of page