top of page

Comune di Foggia

COMMITTENTE

2022

ANNO

Progetto definitivo sviluppato in ambiente BIM LOD C, Protocollo Itaca, Geologia e Rilievo

PRESTAZIONE EFFETTUATA

6.400.000 €

IMPORTO DELL'OPERA

SAB architettura ingegneria integrata Srl (capogruppo)
Arch. Tiziano Bibbiò
Prof. Ing. Michele Candela
Arch. Antonello D’Ardes
DODIMOSS Srl
Archeologa Giuseppina Diomede
Omphalos
MTStudio Srl

SOGGETTO INCARICATO

Tra memorie Federiciane, paesaggio naturalistico ed identità agraria del territorio, il restauro di Palazzo D’Avalos Masseria si pone come un progetto che va oltre al puro recupero funzionale di un edificio di rilevante valore storico-architettonico, ponendosi come una grande occasione per riconnettere l’ultimo lembo del bosco planiziale con la memoria di quello straordinario rapporto simbiotico tra la Magna Capitanata e Federico II. Il parco Regionale del Bosco dell’Incoronata, con i suoi contenuti scientifici svelati in un innovativo Centro visita, si riconnette attraverso la suggestione di un percorso multimediale che ripercorre la storia delle domus solaciorum di Federico II. Il progetto di recupero fornisce l’opportunità di restituire un luogo fisico, reale – non solo mitico – al tema del rapporto tra Federico II con il territorio naturale di Foggia. L’edificio svolgerà un ruolo strategico di rappresentanza, di centro culturale per la promozione dell’identità territoriale in termini socioeconomici, grazie ad una serie di SINERGIE con diversi attori locali. Un «ponte» tra la storia, nella rievocazione delle memorie Federiciane, e il futuro quale luogo di ricerca sul tema della biodiversità.

Recupero e musealizzazione di Palazzo d’Avalos Real Masseria a Foggia

bottom of page